Che amore meraviglioso

Ciao famiglia Abba Hope! Attraverso il nostro fratello Carlos Barrillas, vogliamo condividere questo potente messaggio "What Wonderful Love".

I nostri momenti peggiori nella vita possono diventare momenti migliori quando vieni a Cristo.

Marco 2:13-17

Ancora una volta Gesù uscì in riva al lago. Venne da lui una grande folla, ed egli cominciò a istruirli. Mentre camminava, vide Levi, figlio di Alfeo, seduto al banco del pubblicano. «Seguimi», gli disse Gesù, e Levi si alzò e lo seguì.

Mentre Gesù cenava a casa di Levi, molti pubblicani e peccatori mangiavano con lui ei suoi discepoli, perché molti lo seguivano. Quando i dottori della legge che erano farisei lo videro mangiare con i peccatori e con i pubblicani, chiesero ai suoi discepoli: "Perché mangia con i pubblicani e i peccatori?"

Sentendo ciò, Gesù disse loro: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori».

Gesù chiama

Versetto 17 Gesù disse: “Non sono venuto a chiamare quelli che pensano di essere giusti, ma quelli che sanno di essere peccatori. 

Venite a me quanti sono stanchi e portano pesanti fardelli”.  Matteo 11:28

Gesù sta chiamando le stesse persone qui. Colui che SA di essere un peccatore è colui che è stanco e porta pesanti fardelli. 

Levi, che in seguito si chiamerà Matteo, è un buon esempio. 

In Marco 2:14, Gesù vide Levi seduto al suo banco del pubblicano. “Seguimi e sii mio discepolo”, disse Gesù. 

Levi era un ebreo, che lavorava per il popolo romano, rubandogli un traditore. Considerato un famigerato peccatore dal popolo ebraico. Sapeva cosa stava facendo, doveva essere stato profondamente addolorato dalle sue decisioni, 

ancora. “Gesù vide Levi seduto al suo banco di pubblicani “seguimi e sii mio discepolo”, disse Gesù. 

Non è venuto a chiamare coloro che pensano di essere giusti, ma coloro che SANNO di essere peccatori.

La nostra risposta

Levi si alzò e LUI seguì. 

Levi non ha semplicemente sentito Gesù chiamarlo e ha continuato quello che stava facendo. SI ALZÒ E L'HA SEGUITO. Dobbiamo rispondere alla sua chiamata. 

Tornando a Matteo 11:28, c'è un'azione richiesta da parte nostra.

      1) VIENI da me  

      2) PRENDI il mio giogo  

      3) Lascia che te lo insegni

"Se affermiamo di non avere peccato, stiamo solo prendendo in giro noi stessi e non viviamo nella verità.  Ma se gli confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni malvagità." 1Giovanni 1:8-10  

 

Conosciamo tutti il re Davide, la Bibbia lo chiama uomo secondo il cuore di Dio. Nel

2 Samuele: 11, troveremo uno dei suoi momenti più bui della vita, quando chiamò la moglie di Uria, Betsabea, andò a letto con lei, la mise incinta, cercò di coprirla, fece uccidere il marito, ecc...

Il Salmo 51 è il grido di Davide al Signore qualche tempo dopo questi eventi 

"Abbi pietà di me, o Dio, secondo il tuo amore inesauribile; secondo la tua grande compassione cancella le mie trasgressioni. Lava ogni mia iniquità e purificami dal mio peccato. Perché conosco le mie trasgressioni e il mio peccato è sempre davanti a me . Contro di te, tu solo, ho peccato e ho fatto ciò che è male ai tuoi occhi; quindi hai ragione nel tuo verdetto e sei giustificato quando giudichi. Sicuramente sono stato peccatore dalla nascita, peccatore da quando mia madre mi ha concepito. Eppure tu hai desiderato fedeltà fin nel grembo materno; mi hai insegnato la saggezza in quel luogo segreto. Purificami con issopo e sarò puro; lavami e sarò più bianco della neve. Fammi sentire gioia e letizia; lascia che le ossa che hai gioia schiacciata. Nascondi il tuo volto dai miei peccati e cancella ogni mia iniquità. Crea in me un cuore puro, o Dio, e rinnova in me uno spirito saldo. Non respingermi dalla tua presenza e non togliermi il tuo Spirito Santo. Ristabilisci per me la gioia della tua salvezza e dammi uno spirito volenteroso che mi sostenga, poi insegnerò trasgressori delle tue vie affinché i peccatori ritornino a te. Liberami dalla colpa del sangue versato, o Dio, tu che sei Dio, mio Salvatore, e la mia lingua canterà la tua giustizia. Apri le mie labbra, Signore, e la mia bocca annunzierà la tua lode. Non ti diletti nel sacrificio, altrimenti lo porterei; non ti compiaci degli olocausti. Il mio sacrificio, o Dio, è uno spirito spezzato; un cuore spezzato e contrito tu, Dio, non disprezzerai».

Dio non rifiuterà mai un cuore spezzato e contrito

  "Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto e ci perdonerà i nostri peccati e ci purificherà da ogni ingiustizia. Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto e ci perdonerà i nostri peccati e ci purificherà da ogni ingiustizia". 1 Giovanni 1:9

C'è sempre una chiamata sulla nostra vita, prima della salvezza, a lasciare la nostra vecchia vita alle spalle e venire a Cristo, per seguirlo. E anche dopo che stiamo seguendo il cuore di Dio, come David, e cadiamo con la faccia a terra, EGLI dice VIENI. 

È qui che troveremo il riposo per le nostre anime di cui parla Matteo 11:28. 

Potrebbe essere che stavamo attraversando le circostanze peggiori, i tempi più bui della nostra vita, Gesù può trasformare quei momenti peggiori nei momenti migliori.

La donna adultera in Giovanni 8 è stata colta in flagrante adulterio, sul punto di essere lapidata, non so voi, essere colta in una situazione disordinata essere accusata in pubblico di essere uccisa mi avrebbe portato alla sottomissione, ma Gesù ha risposto "IO NON TI CONDANNO, VAI E NON PECCARE PIÙ."

Gesù ci chiama a un nuovo inizio

Sei stanco? Fardello pesante? Vergognato per il peccato? Cerchi un nuovo inizio? Cristo ti sta chiamando.

Sei caduto nel peccato come credente? Cristo ti sta dicendo di VENIRE! 

I nostri momenti peggiori nella vita possono diventare momenti migliori quando vieni a Cristo. Come Levi, come David, come la donna adultera, come te e me.​